Issa la vela

Imprigionato in un angolino
era rimasto un rosso pesciolino,
che per dispetto da casa era scappato,
perché la mamma lo aveva brontolato.

Rit.

Issa, issa, issa la vela,
gira, gira, gira il timon,
butta, butta, butta la rete,
tira, tira, tirala su.

Frigge l’olio già nel pentolino,
il pescatore afferra il pesciolino:
“Sei troppo piccolo, c’é poco da mangiare”
lo guarda bene e lo ributta in mare. Splash!

Rit.

Issa, issa, issa la vela,
gira, gira, gira il timon,
butta, butta, butta la rete,
tira, tira, tirala su.

Tutto contendo nuotando per il mare
con un delfino a palla vuol giocare,
ma troppo tardi si accorge che il delfino
è invece un grosso pescecan mastino!

Rit.

Issa, issa, issa la vela,
gira, gira, gira il timon,
butta, butta, butta la rete,
tira, tira, tirala su.

A tutta forza scappa il pesciolino
sempre inseguito dal pescecan mastino
che è più veloce lo sta per catturare
quando una rete lo riesce a imprigionare.

Rit.

Issa, issa, issa la vela,
gira, gira, gira il timon,
butta, butta, butta la rete,
tira, tira, tirala su.

Tutto sudato ancora spaventato
ritorna a casa correndo a perdifiato;
la sua protesta adesso può aspettare:
domani a scuola si deve ritornare

Rit.

Issa, issa, issa la vela,
gira, gira, gira il timon,
butta, butta, butta la rete,
tira, tira, tirala su.

Questa è la storia del rosso pesciolino
che torna a casa felice dalla mamma:
prima lo sgrida ma poi gli dà un bacino
e lo mette a letto con una ninnananna

Rit.

Issa, issa, issa la vela,
gira, gira, gira il timon,
butta, butta, butta la rete,
tira, tira, tirala su.

Issa la vela” è la storia di un pesciolino rosso che, dopo essere scappato di casa perché la mamma lo aveva rimproverato, vive delle incredibili avventure, ma… per fortuna riesce a tornare sano e salvo dalla sua mamma! Niente è più rassicurante di un abbraccio e un bacio della mamma. Buon divertimento!